Area Riservata

Mailing list




Home Cosa Fare Escursioni Valli Tesso e Malone Punta Gias Vej (2179 m.)

Punta Gias Vej (2179 m.)

Vota questo articolo
(0 Voti)
Escursione bellissima che offre ampi panorami sulle montagne delle Valli di Lanzo. I periodi più indicati per l'escursione sono il tardo autunno o l'inizio dell'inverno con l'aria tersa e se c'è in terra una spruzzata di neve appena caduta si può provare la piacevole sensazione di essere i primi al lasciare le tracce sull'immacolata coltre bianca. Suggestivo il sito dove sorge la piccola Cappella di San Giacomo, vicino ad alcuni alpeggi. La zona del Lago di Monastero, con il suo corollario di cime, è conosciuta e sfruttata per la pastorizia fin dal XIII secolo. L'ultima borgata attraversata prima di lasciare l'auto è Chiaves, località che deve il suo nome alla particolare posizione geografica, sul confine delle Valli di Lanzo e chiave d'accesso, nel Medioevo, verso il Canavese.
Accesso:
Da Lanzo raggiungere la piazza di Chiaves e da li andare a destra imboccando la ripida carrozzabile che porta a Fontana Sistina; ad un successivo bivio prendere a sinistra (indicazione per Cresto). Segue una strada in salita che diviene sterrata pochi metri prima del panoramicissimo piazzale in terra battuta che costituisce il Colle della Croce dove è possibile lasciare l'auto.
Salita:
  • Località di partenza: Chiaves località Colle della Croce (1125 metri).
  • Tempo di salita: 5 ore
  • Difficoltà: E (Escursionismo medio).
Sulla destra del piazzale imboccare una carrareccia segnalata da cartelli in legno (indicazioni per il Lago di Monastero).
Alla prima curva, all'altezza delle Case Colombero, lasciare la stradina e proseguire diritto infilandosi tra le case che velocemente si superano. Oltrepassate alcune isolate costruzioni si perviene ad un evidente bivio, da lì abbandonare la traccia pianeggiante per prendere a destra, in salita. La marcia, mai faticosa, si sviluppa tra bei boschi di betulle oltrepassando un paio di pietraie, un vecchio alpeggio ed un piccolo ripetitore. Si avvista successivamente il pendio erboso che ospita San Giacomo ed in breve viene raggiunta la stradina sterrata (ignorare le deviazioni di destra e sinistra) che, pianeggiante, passa tra alcuni alpeggi e va a morire nei pressi della Chiesetta di San Giacomo (1 ora e 30 minuti) che merita una visita.
Panorama di Chiaves  
Se al bivio si segue lo sterrato di sinistra, in discesa, si raggiunge in breve l'Alpe San Giacomo dove termina la strada; la costruzione è diventata dal 1996 la baita sociale del CAI di Lanzo.
Dalla chiesetta tornare indietro per raggiungere il sentiero nel punto in cui lo si è lasciato per andare a visitare la chiesetta. Svoltare a sinistra, risalendo il pendio erboso e giungendo in breve al Colle San Giacomo (1450 metri).
Attraversata la carrareccia risalire all'evidente Alpe Santa Barbara (1510 metri), segnalata da cartelli in legno, approfittando di un sentiero trattorabile. Superate le nuovissime costruzioni dell'alpeggio ed un successivo pilone votivo, la marcia si fa praticamente pianeggiante raggiungendo in breve un'isolata costruzione. Andare a destra, in salita, per raggiungere così una crestina caratterizzata dalla presenza di grossi massi, prendere poi a sinistra ed in breve, seguendo il sentiero, si raggiunge il piazzale che caratterizza il Passo della Forchetta (1666 metri - 2 ore e 30 minuti). Da qui all'Alpe di Coassolo (2032 metri) seguire la strada sterrata che tocca prima il Lago di Monastero (3 ore e 30 minuti). Continuando sullo sterrato si raggiunge un colletto dal quale la strada riprende a scendere; da lì svoltare a destra per iniziare a seguire un'esile traccia, segnata da sbiaditi bolli rossi. Superata una prima fascia di grossi detriti si continua sul terreno molto ripido tra roccette ed erbe, dopo una deviazione a destra si supera un passaggio un po' esposto ed in breve si guadagna un'anticima. Proseguendo diritto (sud-est) si percorre un'ampia cresta e si raggiunge l'arrotondata vetta di Punta Gias Vej (2179 metri - 4 ore e 30 minuti), con vista sulla pianura torinese.
Si ritorna sui propri passi fino al colletto dove passa la strada sterrata, si attraversa e si prosegue diritto (nord-ovest) risalendo un dolce pendio erboso. Fatte alcune decine di metri si scende a destra per superare un piccolo rio che scorre in una zona dal fondo fangoso per poi iniziare a risalire, per tracce di sentiero, il versante sud-est della Punta dell'Aggia. Compiuti ampi tornanti per vincere l'accentuata pendenza del crinale, piegare a sinistra e, raggiunta una piccola pietraia, si prende a salire più decisamente toccando in breve una crestina molto panoramica; andare a destra per pochi metri raggiungendo così le roccette affioranti che contraddistinguono la vetta della Punta dell'Aggia.
Interessante il colpo d'occhio sul gruppo del Gran Paradiso.
Discesa:
Si torna indietro percorrendo interamente la crestina per raggiungere un'altra puntina senza nome caratterizzata da un'asta di ferro; di lì è necessario andare a sinistra per scendere un ripido pendio e raggiungere un colletto. Abbandonata la crestina, divenuta impraticabile in prossimità di un piccolo rilievo roccioso, si ritorna sul declivio erboso dirigendosi verso una stradina sterrata; raggiuntala svoltare a sinistra (a destra si raggiunge il colle di Perascritta), in poco si ritorna all'Alpe di Coassolo. Da qui percorrere l'itenerario di salita.
 

 

  

 

 

 

Letto 1925 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Valle Tesso Malone

  • Lago di Monastero (1992 m.)

  • Vaccarezza (2203 m.) e M.Angiolino (2168 m.)

  • Monte Soglio (1971 m.)

  • Trekking dei Tre Rifugi

  • Cima La Rossa (2319 m.)

  • Punta Gias Vej (2179 m.)

  • Media Via delle valli Tesso - Malone

  • Mountain Ride-Traversata delle cime del lago di Monastero

Val di Viù

  • Lago dietro La Torre (2366 m)

  • Monte Civrari (2302 m.)

  • Giro dei Laghi di Viana

  • Cappella della Consolata (941m.)

  • Rocciamelone (3538 m.)

  • Lera (3355 m.)

  • Rocca Moross (2135 m.)

Val Grande

  • Bellavarda (2345 mt)e Punta Marsè (2317 mt)

  • Laghi del Seone

  • Laghi di Sagnasse (2083 m.)

  • Barrouard (2865 m.)

  • Levanna Orientale (3555 m.)

  • Cappella di San Domenico (1772 m)

  • Vallone di Sea - Gias Nuovo (1888 m)

  • Borgata Missirola (1452 m)

  • Monte Bessun (2908 m.)

  • Monte Unghiasse (2939 m.)

  • Corno Bianco (2891 m.)

  • Monte Bellagarda ( 2901 m.)

  • Piccolo Morion (2833 m.)

Val d'Ala

  • Laghi Mercurin (2491 mt)- Ru (2570 mt)

  • Colle del Vallonetto(2485 m) - Cima Chiavesso (2824 m)

  • Ciamarella (3676 m.)

  • Laghi di Bessanetto(2747 m) - Crotas(2747 m)

  • Punta delle Serene (2643 m.)

  • Le Courbassere (1531 m.)

  • Punta Golai (2819 m.)

  • Cima Autour (3021 m.)

Prossimi appuntamenti:

Nessun evento
Aprile 2017
D L M M G V S
26 27 28 29 30 31 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 1 2 3 4 5 6
Maggio 2017
D L M M G V S
30 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3